Grammatiche
COSTUME E SOCIETA'
CULTURA
ESTERI
MUSICA, CINEMA E SPETTACOLO
POLITICA
PUBBLICITA'
RUBRICHE
SPORT
TECNOLOGIE
DEDICATE A...
LO STAFF CONSIGLIA...
LO STAFF SCONSIGLIA VIVAMENTE...
ULTIMI ARRIVI
Recensioni Indie
Dogs In The City of Tokyo - Left Wires Through The Old Punk In The Pussycat (2XCD, Self, 2006)

No wave-new wave del delta. Nao wave. New wave. New wave. No wave. Acrobazie automatiche. Liberta' deep. Colori elettrici. Luoghi home-made. Sentenze uniche. Il Rock e' morto. Si'. Gemma.
C'e' lo zampino di Christian Fennesz, ultima scommessa della Self, nel progetto di John Zorn (pianola) e Tom Yorke (tuba).
Il disco mischia no wave-(new) wave, now wave, no wave/new wave, digital-no wave-new wave, new wave, e dream-avant-cocktail-no wave, perfetto per innamoramenti della mente.
Il gruppo si presenta come una via di mezzo tra Alice Coltrane e Tottemo Godzilla Riders.
Suoni di matrice no wave-now wave, spirale infuocata, per un disco che sradica un slow-core depresso e popolare in un contesto prettamente nao wave.
Nevrotico.

(6/7)
GRAMMAR INFO
titleRecensioni Indiesnob
authorgigiriva <derivaandrea@hotmail.com>
languageitalian
statusmantrico
topicmusica
audiencespagnoli, africani, Idetoshi Oyuhide, lettori di Blow Up (e delle sue imitazioni) e chiunque possa definirsi postundicisettembre-kraut-kraut-arsty-out
disclaimun mondo senza parentesi sarebbe un mondo intimistico
created01/10/2005
sourceita/recensioniindie.grm
embed (beta)